Blog

Pubblicato in: Italian pills

IL PLURALE DEI NOMI IN -CIA, -GIA, -SCIA

Esercitiamoci

Nei plurali dei sostantivi femminili terminanti con le sillabe -cia o -gia non accentate, la grafia segue di solito una regola pratica:

– si conserva la i quando la c e la g sono precedute da vocale

acacia > acacie

ciliegia > ciliegie

– si elimina la i quando c e g sono precedute da consonante

arancia > arance

goccia > gocce

spiaggia > spiagge

Si tratta di una questione puramente ortografica: al plurale, infatti, la -i non viene pronunciata (come nel singolare) e non serve neanche a indicare la corretta pronuncia della c e della g (come invece accade nel singolare); dunque potrebbe essere eliminata sempre. E questo accade – in una situazione analoga – con i nomi che terminano con la sillaba -scia non accentata

conscia > consce

coscia > cosce

fascia > fasce

Pubblicato in: Italian pills

CAMICIE O CAMICE?

IMG_7266
La grafia corretta del plurale di camicia è camicie.
Oltretutto, si evita così l’omografia* il singolare maschile càmice (indumento da lavoro), il cui plurale è càmici.

*sono parole che hanno la stessa grafia, ma differiscono nella pronuncia.

 

Pubblicato in: Senza categoria

Esercitiamoci

Completa le frasi con i pronomi relativi Chi – …cui – …quale/i ( attenzioni alle preposizioni)

La ragione Per cui/Per la quale ti ho chiamato è seria

1 Il Medico_____________________ andiamo è bravo e gentile
2 Il negozio _______________ ho comprato questa camicia si trova vicino al duomo
3 __________________ ha bisogno di informazioni può rivolgersi alla segreteria
4 Quella è la casa __________________ abitano i miei genitori
5 Il ragazzo _________________ sono uscita ieri sera ha due bellissimi occhi neri
6 Può fare questo esame solo ______________ ha superato quello precedente
7 Si tratta di una persona _______________ti ho già parlato _____________ ti puoi fidare
8 L’avvocato _____________ sono andata mi ha detto che abbiamo ragione noi!
9 Vorrei proprio sapere _________ ti ha messo queste idee in testa
10 Ho comprato un sacco di cose oggi in centro ____________ anche queste scarpe di pelle

Pubblicato in: Italian pills

I pronomi relativi

grammarita

I pronomi relativi…

Quali sono??? E a cosa servono???

I pronomi relativi servono a unire due frasi e a stabilire un collegamento (relazione) fra loro.
In Italiano i pronomi relativi sono:

Chi – Che – cui – quale/i

Chi
Questo pronome si usa solo al singolare e si riferisce esclusivamente a persone.

Chi vuole venire con noi, può farlo tranquillamente!

Chi si sente troppo sicuro di se, di solito sbaglia!

Chi non ha fatto una simile esperienza, non può capire!

Che
Non cambia in base al genere (maschile – femminile) e al numero ( singolare – plurale) e si può riferire:

al soggetto:

La ragazza che viene a scuola si chiama Carla

oppure al complemento oggetto diretto:

La ragazza che vedi è la sorella di Alessia

Ricorda:
Questo pronome relativo (molto utilizzato sia nella lingua scritta che in quella parlata) si usa sempre da solo, ma può essere sostituito da:

il/la quale
i/le quali

quando è soggetto:

Ho incontrato Marco che mi ha detto dell’incidente
Ho incontrato Marco il quale mi ha detto dell’incidente

oppure

il/la quale – i/le quali preceduti dalle preposizioni

quando corrisponde a un complemento:

– di + il/la quale = del quale:

Il libro del quale ti parlavo è questo

– a + il/la quale = Al quale:

La persona alla quale ti sei rivolta è la migliore in questo settore

– da+ il/la quale = dal quale:

La città dalla quale provieni è la mia preferita

Il medico dal quale sei andato è
mio zio

– in + il/la quale = nel quale:

Il cinema nel quale abbiamo visto il film era il Golden

Il modo nel quale ti
sei comportato è inaccettabile

– con + il quale = con il quale:

La ragazza con la quale parlavi l’altra sera è mia cugina

– su + il quale = sul quale:

La persona sulla quale posso contare è mio padre

Il tavolo sul quale hai lanciato
Le chiavi è costato 3000 euro

– per + il quale = per il quale:

Il motivo per il quale ti ho chiesto di vederci è perché ho bisogno di
sfogarmi

La persona per la quale farei qualsiasi cosa è mio padre

– tra / fra + solamente al plurale (among) = tra/fra i/le quali:

Ci sono tante cose da fare nella vita, tra le quali andare in giappone e fare il “coast to coast”

I colleghi fra i quali ti sei trovato sono molto carini e
gentili, che fortuna!

Cui
Il pronome cui è sempre preceduto da una preposizione

– DI cui:

Il libro di cui ti parlavo è questo = del quale

– A cui:

La persona a cui ti sei rivolto è la migliore in questo settore = alla quale

– DA cui:

La città da cui provieni è la mia preferita = dalla quale

Il medico da cui sei andato è mio zio =dal quale

– IN cui:

Il modo in cui ti sei comportato è ingiustificabile = nel quale

Il cinema in cui abbiamo visto
guerre stellari è il golden = nel quale

– CON cui:
La ragazza con cui parlavi l’altra sera è mia cugina = con la quale

– SU cui:

L’unica persona su cui posso contare è mio padre = sulla quale

Il tavolo su cui hai lanciato le
chiavi è costato 3000 euro = sul quale

– PER cui:

Il motivo per cui ti ho chiesto di vederci è perchè ho bisogno di sfogarmi = per il quale

La persona per cui farei qualsiasi cosa è mio padre = per la quale

– TRA/FRA cui:

Ci sono tante cose da fare nella vita fra cui visitare il Giappone e fare il “coast to coast” = fra le quali

I colleghi fra cui ti sei ritrovato sono tutti molto carini, che fortuna! = fra i quali

Cui + articoli determinativi

In questo caso il pronome ha la funzione di possessivo o di specificazione.

NB. Ricordiamoci di usare l’articolo che riguarda l’oggetto posseduto e non il soggetto che possiede.

Il Sig. rossi, il cui figlio vive in America, si è trasferito li per stare più vicino alla famiglia
(il cui figlio = il figlio del Sig. Rossi)

La Sig.ra rossi, la cui tosse si sentiva in tutto il palazzo, è morta di bronchite
( la cui tosse = la tosse della Signora Rossi)

La borsa le cui tasche si erano bucate, è in sartoria
( Le cui tasche = le tasche della borsa)

Il corso, i cui insegnanti erano bravissimi è stato riproposto anche quest’anno
(I cui insegnanti = gli insegnanti del corso)

Esercizio n. 1

Abbiamo comprato un libro – il libro è molto interessante
Il libro CHE abbiamo comprato è molto interessante
1 Ho visto una signora – la signora è mia vicina di casa
2 Ho comprato una macchina – la macchina è di seconda mano
3 La radio trasmette una canzone – la canzone è famosa
4 Stanotte ho fatto un sogno – nel sogno eri presente anche tu
5 In questo bar veniva sempre un signore – il signore è un famoso attore
6 Stasera arriveranno delle ragazza – le ragazze sono mie amiche
7 Mangiamo una minestra – la minestra non ha molto sapore
8 Lui ieri ha preso una medicina – la medicina gli ha fatto bene
9 Hanno preso delle decisioni – le decisioni secondo me erano sbagliate
10 Ho mangiato degli spaghetti al pesto – gli spaghetti erano ottimi

Esercizio n. 2

Completa le frasi con i pronomi relativi Chi – …cui – …quale/i ( attenzioni alle preposizioni)

La ragione Per cui/Per la quale ti ho chiamato è seria

1 Il Medico_____________________ andiamo è bravo e gentile
2 Il negozio _______________ ho comprato questa camicia si trova vicino al duomo
3 __________________ ha bisogno di informazioni può rivolgersi alla segreteria
4 Quella è la casa __________________ abitano i miei genitori
5 Il ragazzo _________________ sono uscita ieri sera ha due bellissimi occhi neri
6 Può fare questo esame solo ______________ ha superato quello precedente
7 Si tratta di una persona _______________ti ho già parlato _____________ ti puoi fidare
8 L’avvocato _____________ sono andata mi ha detto che abbiamo ragione noi!
9 Vorrei proprio sapere _________ ti ha messo queste idee in testa
10 Ho comprato un sacco di cose oggi in centro ____________ anche queste scarpe di pelle

Pubblicato in: Italian pills

La posizione dell’aggettivo*

Esercitiamoci

Dove vanno messi gli aggettivi?
Premessa:
In inglese gli aggettivi devono obbligatoriamente stare in quest’ordine: opinione – dimensione – età – forma – colore – origine – materiale – scopo – nome … E guai a chi sbaglia!
Non sarebbe strano, dunque, essere presi per pazzi se invece di “Little green bag” scrivessimo “Green little bag”.
In inglese l’ordine delle parole è molto più rigido che in italiano e per quanto riguarda gli aggettivi, nella stragrande maggioranza dei casi, possono essere tanti, non separati da virgole e sempre prima del nome.
In italiano la disposizione degli aggettivi è molto più libera, ma anche noi abbiamo delle regole generali che riguardano la posizione. Gli aggettivi qualificativi, infatti, possono andare prima o dopo il nome a cui si riferiscono:
– Gli aggettivi posti PRIMA del nome, hanno una FUNZIONE DESCRITTIVA (aggiungono cioè qualcosa al nome) esempio:
“Carla è una mia vecchia amica” (descrivo con affetto che Carla è una persona che conosco ormai da tantissimo tempo).
– Gli aggettivi posti DOPO il nome hanno una FUNZIONE RESTRITTIVA o DISTINTIVA, servono cioè a distinguere il nome che ha delle qualità, da quelli che non le hanno, esempio:
“Carla è la mia amica vecchia” (anche se con le persone si usa l’aggettivo “anziano” 🙂 ) in questo caso voglio sottolineare che Carla è, tra tutte le mie amiche, quella più anziana.
In gentrale è opportuno sapere che:

Per alcuni aggettivi la posizione è fissa dopo il nome:
– nazionalità: una ragazza americana;
– forma: un tavolo rettangolare;
– materia: un terreno argilloso.

Anche gli aggettivi alterati si mettono dopo il nome:
” un bambino cicciottello “.

Gli aggettivi seguiti da un complemento si mettono dopo il nome:
” una grammatica ricca di esempi “.

Usiamo a volte l’aggettivo prima del nome per esprimere una maggiore soggettività, per dare più enfasi o per ricercatezza stilistica.

Gli aggettivi alto, vecchio, nuovo, bello, buono, a seconda della loro posizione nella frase, ne cambiano il significato:

un vecchio amico è una persona che conosco da molto tempo;
un amico vecchio è una persona anziana.

Altri aggettivi come questi sono diverso e povero:
un uomo povero vuol dire che non è ricco;
un pover’uomo è un uomo meschino o disperato.
ci sono diverse persone indica un numero abbastanza alto di persone;
ci sono persone diverse indica persone di tipologia differente.

Bene, a questo punto vi lascio alle vostre riflessioni…
cosa ne pensate? Articolo interessante o interessante articolo? 😉

Se avete tempo e voglia vi consiglio di ascoltare questa canzone “Little green bag ” tratta dalla colonna sonora del film ” Reservoir Dogs ” in italiano ” Le iene ” di Q. Tarantino del 1992

* https://www.youtube.com/watch?v=Y8yQuivSEio”>Little green bag